NEW

Leggende e misteri di Castel del Monte

Racconti e leggende su questo splendido maniero descrivono storie terribili di fantasmi che vagano all’interno del castello senza riuscire a trovare pace. Probabilmente persone della servitù, briganti o uomini di passaggio, uccisi nelle mura della fortezza, non riuscendo ad effettuare il trapasso, secondo la leggenda hanno cominciato a vagare senza meta laddove la loro vita fu spezzata secoli fa.

La Fòcara di Novoli

Ogni anno a Novoli si rinnova l’appuntamento con il fuoco più grande del Mediterraneo: è la magica notte della Fòcara in onore di Sant’Antonio Abate, un avvenimento che richiama, per la sua singolarità, migliaia di visitatori e pellegrini da ogni parte d’Italia.

Il guanciale all’aceto: un grande classico della cucina romana

Guanciale all’aceto: un piatto veloce e sfizioso che ha però bisogno delle giuste dosi per soddisfare il palato.

Miti e leggende Pugliesi

Il territorio di Ginosa attrae un’aria magica, dominata da spiagge bianche e molti campi dediti alla coltivazione, ma il suo stato più antico era disseminato di aree strettamente boschive e incolte, paludi malariche e acquitrini come sfondo di miti e leggende.

Bloody Mary: il cocktail tra storia e leggenda

Bloody Mary. Tutti lo conoscono ma in pochi sono al corrente delle sue origini e della sua storia, a metà strada tra la realtà e la leggenda.

Il presepe 2.0: Il presepe napoletano di oggi

Antiche botteghe si sono dapprima specializzate nella realizzazione di presepi classici e case in sughero, la passione per quest’arte e per le novità tecnologiche hanno portato però gli attuali artigiani a dedicarsi alla produzione di pastori in movimento meccanici e statuine con il viso reale.

Home » Leggende » Miti e leggende Pugliesi

I miti e le leggende sono tipiche di ogni regione e territorio, tramandate oralmente oppure in forma scritta, da generazione a generazione. Entrambe le storie raccontate attraverso i miti e le leggende sono in grado di resistere al tempo e alle diverse usanze senza perdere il proprio fascino assumendo caratteri immutabili.

Quando si pensa alla regione pugliese sono molti i pensieri che affollano la mente, dall’arte tipica culinaria, al sole e alle temperature che contraddistinguono le spiagge e il periodo estivo, al turismo, ai monumenti storici, alla storia antica, fino ai racconti più nascosti dall’atmosferica magica.

La Puglia conserva al suo interno millenni di storie, miti e leggende in grado di affascinare sia i turisti di passaggio che gli abitanti delle varie aree. Addentrandosi all’interno dei territori pugliesi non si potrà fare a meno di conoscere e visitare anche i luoghi a cui miti e leggende locali si ispirano.

In procinto di un viaggio in Puglia si potrà optare per uno scalo nella parte del versante occidentale, verso sud-ovest, della provincia di Taranto. Questa specifica area rappresenta ancora un luogo poco battuto dalla maggior parte dei turisti, eretta sul primo gradino delle falde meridionali della Murgia nel comune di Ginosa.

La storia di questo luogo si rifà agli abitanti provenienti da Genusium, ossia l’odierna Cnosso dell’isola di Creta, mentre secondo alcuni studiosi a fondare la cittadina furono invece gli abitanti dell’antica Illiria, dove si trova il fiume Genusus. Il territorio di Ginosa attrae un’aria magica, dominata da spiagge bianche e molti campi dediti alla coltivazione, ma il suo stato più antico era disseminato di aree strettamente boschive e incolte, paludi malariche e acquitrini come sfondo di miti e leggende.

Addentrandosi all’interno del centro storico di Ginosa si potranno ammirare casupole bianche di calce, alimentando la fantasia e la curiosità sulle storie della tradizione popolare pugliese di miti e leggende. Sorpassata la controra sarà facile imbattersi in qualche anziano del luogo disposto a tramandare oralmente storie affascinanti a riguardo della Puglia. Una delle storie più tipiche del luogo tramandate oralmente riguarda il giovane Giacobbe, famoso per il suo esercito di fantocci, con il quale assaliva viandanti e carovanieri emulando le stesse gesta dei briganti.

Il suo esercito di soli fantocci si nascondeva all’interno della vegetazione, finché non venne stanato e sconfitto da due astuti fratelli contro ii quali Giacobbe aveva creduto di poter avere la meglio.

Un’altra delle storie riguarda un’antichissima galleria sotterranea di collegamento tra un antico castello normanno e una chiesa presente all’interno delle campagne. Il sottopassaggio segreto veniva utilizzato dai nobili d’alto rango per sfuggire agli attacchi nemici e alle situazioni più tragiche, mentre la leggenda descrive l’ampiezza della galleria stessa come un maestoso esempio di costruzione sofisticata dove erano in grado di sfrecciare le carrozze trainate dai cavalli.

Ulteriori storie si basano invece sul mistero affascinante dell’ignoto, su spiriti dispettosi caratterizzati da un copricapo rosso, capaci di intrecciare le criniere maestose dei cavalli senza possibilità di districamento, disturbando il sonno degli abitanti, tra misteri di tesori mai scoperti e fantasie aggiunte ai miti e alle leggende tradizionali.

Pin It on Pinterest

Shares
Share This