Sagra del mirto, con spettacoli folcloristici, mostre dell'artigianato e mercato del tipico prodotto sardo. Località Brunella

Descrizione

La sagra del mirto nasce nell’agosto 1995 da un’intuizione di Don Virgilio Cocco, in quel periodo parroco di Brunella. Quest’ultimo voleva riunire in un unico evento tutte le frazioni che facevano capo alla parrocchia, e, avuto il consenso dei fedeli, si formò un comitato per l’organizzazione della manifestazione. Così in quel mese d’agosto parte la prima sagra, organizzata nei minimi particolari, si fanno gli stand, uno per ogni frazione, Brunella, Talavà, Su Cossu, che fanno parte del comune di Torpè, Tamarispa, San Pietro, Strugas per il comune di Budoni. Tra loro nasce una scherzosa competizione per il mirto migliore (da premettere che il dolce nettare è fatto “in casa”) cosicché il turista aveva la possibilità di poter gustare il mirto con diversi profumi. Un particolare che dà lustro alla sagra è il premio “Mirto d’Oro”, un riconoscimento che è assegnato a quei personaggi per il loro contributo alla diffusione e alla valorizzazione della tradizione sarda nel mondo. Di anno in anno questa manifestazione va in crescendo, tutto ciò è dimostrato dalla numerosa affluenza di turisti. Attualmente la sagra del mirto è organizzata da un’associazione non profit di Brunella. Quest’ultima, ogni anno cerca di portare delle innovazioni organizzative per dare alla sagra un’immagine molto positiva, infatti, coloro che verranno a farci visita, potranno gustare sempre il mirto fatto “in casa” e avranno la possibilità di poter ammirare negli altri stand l’artigianato sardo e assaggiare prelibatezze locali, e per ultimo, tanta cordialità.

Informazioni

Non possediamo informazioni di contatto

Lascia un commento

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su telegram
Condividi su twitter
Condividi su pinterest

Articoli recenti

Seguici su Facebook

Pin It on Pinterest

Shares
Share This