NEW

Leggende e misteri di Castel del Monte

Racconti e leggende su questo splendido maniero descrivono storie terribili di fantasmi che vagano all’interno del castello senza riuscire a trovare pace. Probabilmente persone della servitù, briganti o uomini di passaggio, uccisi nelle mura della fortezza, non riuscendo ad effettuare il trapasso, secondo la leggenda hanno cominciato a vagare senza meta laddove la loro vita fu spezzata secoli fa.

La Fòcara di Novoli

Ogni anno a Novoli si rinnova l’appuntamento con il fuoco più grande del Mediterraneo: è la magica notte della Fòcara in onore di Sant’Antonio Abate, un avvenimento che richiama, per la sua singolarità, migliaia di visitatori e pellegrini da ogni parte d’Italia.

Il guanciale all’aceto: un grande classico della cucina romana

Guanciale all’aceto: un piatto veloce e sfizioso che ha però bisogno delle giuste dosi per soddisfare il palato.

Miti e leggende Pugliesi

Il territorio di Ginosa attrae un’aria magica, dominata da spiagge bianche e molti campi dediti alla coltivazione, ma il suo stato più antico era disseminato di aree strettamente boschive e incolte, paludi malariche e acquitrini come sfondo di miti e leggende.

Bloody Mary: il cocktail tra storia e leggenda

Bloody Mary. Tutti lo conoscono ma in pochi sono al corrente delle sue origini e della sua storia, a metà strada tra la realtà e la leggenda.

Il presepe 2.0: Il presepe napoletano di oggi

Antiche botteghe si sono dapprima specializzate nella realizzazione di presepi classici e case in sughero, la passione per quest’arte e per le novità tecnologiche hanno portato però gli attuali artigiani a dedicarsi alla produzione di pastori in movimento meccanici e statuine con il viso reale.

Home » Eventi » Rievocazioni » Rievocazione storica Nadro 1616

Descrizione

La rievocazione Seicentesca, unica nel suo genere nelle Alpi centrali, è nata nel 2011 per ricordare i quattrocento anni dall’erezione del campanile datato appunto 1611, e si è affermata fino ad arrivare quest’anno alla sua sesta edizione. Fulcro dello spettacolo sarà la convocazione della vicinia, l’antico organismo pre comunale che rappresentava i capifuoco (capifamiglia) delle famiglie originarie di una un paese (i vicini). L’assemblea dei vicini aveva funzioni politiche ed amministrative simili ai comuni odierni, ma ad essa non potevano partecipare i forestieri, gli abitanti immigrati da altre comunità, benché da lunghissimo tempo residenti. La qualifica di originari, infatti, non si poteva ottenere con il solo abitare in un paese: tale motivazione causò numerosi attriti tra le due fazioni che proseguirono per secoli fino al termine dell’antico regime. La rievocazione Nadro 1616 prevederà la congregazione della vicinia di Nadro, con la distribuzione del sale e del pane alle famiglie originarie secondo l’antica usanza della dada, dalla quale le famiglie forestiere erano escluse. Successivamente sarà ricordato un fatto che caratterizzò la Valle Camonica proprio quell’anno: l’apparizione della Madonna alla comunità di Berzo Inferiore. Le giornate di festa prenderanno il via con l’inaugurazione della manifestazione alla presenza delle autorità e la successiva scenografica battaglia in armi bianche e moschetti inscenata dal Gruppo Storico Città di Palmanova, che da cinque anni collabora con l’associazione Pro Nadro per l’organizzazione della rievocazione. Novità di quest’anno sarà la sfida tra le antiche contrade del paese con giochi di squadra in abiti seicenteschi. Il tutto si svolgerà nel caratteristico contesto del borgo alpino di Nadro, ai piedi della torre medievale e nei dintorni del campanile pendente, dove le numerose cantine saranno aperte per ospitare gli oltre cinquanta espositori nel primo mercatino che anticipa le numerose manifestazioni della stagione natalizia della Valle Camonica. Spazio in tavola per i piatti tipici locali: i Casonséi de Nàder, la variante locale dei casoncelli camuni, le bavette della vicinia e la trippa degli originari. Il tutto servito nelle caratteristiche case del centro storico allietato da musiche e canti corali.

Informazioni

Pro Nadro Via Piana 6 – 25040 Nadro di Ceto (Bs) Tel. 340.3821661 E-mail pronadro@gmail.com Facebook: Pro Nadro

Pin It on Pinterest

Shares
Share This