NEW

Leggende e misteri di Castel del Monte

Racconti e leggende su questo splendido maniero descrivono storie terribili di fantasmi che vagano all’interno del castello senza riuscire a trovare pace. Probabilmente persone della servitù, briganti o uomini di passaggio, uccisi nelle mura della fortezza, non riuscendo ad effettuare il trapasso, secondo la leggenda hanno cominciato a vagare senza meta laddove la loro vita fu spezzata secoli fa.

La Fòcara di Novoli

Ogni anno a Novoli si rinnova l’appuntamento con il fuoco più grande del Mediterraneo: è la magica notte della Fòcara in onore di Sant’Antonio Abate, un avvenimento che richiama, per la sua singolarità, migliaia di visitatori e pellegrini da ogni parte d’Italia.

Il guanciale all’aceto: un grande classico della cucina romana

Guanciale all’aceto: un piatto veloce e sfizioso che ha però bisogno delle giuste dosi per soddisfare il palato.

Miti e leggende Pugliesi

Il territorio di Ginosa attrae un’aria magica, dominata da spiagge bianche e molti campi dediti alla coltivazione, ma il suo stato più antico era disseminato di aree strettamente boschive e incolte, paludi malariche e acquitrini come sfondo di miti e leggende.

Bloody Mary: il cocktail tra storia e leggenda

Bloody Mary. Tutti lo conoscono ma in pochi sono al corrente delle sue origini e della sua storia, a metà strada tra la realtà e la leggenda.

Il presepe 2.0: Il presepe napoletano di oggi

Antiche botteghe si sono dapprima specializzate nella realizzazione di presepi classici e case in sughero, la passione per quest’arte e per le novità tecnologiche hanno portato però gli attuali artigiani a dedicarsi alla produzione di pastori in movimento meccanici e statuine con il viso reale.

Home » Eventi » Presepi » Presepe vivente di Matera, una storia che continua

Anche quest’anno nella splendida cittadina ai confini tra Puglia e Basilicata si svolgerà una particolare rievocazione storico-religiosa, probabilmente una delle più belle dell’intero sud Italia.

Quando si parla di cosa visitare a Matera, infatti, non si può fare a meno di prendere in considerazione il bellissimo presepe vivente organizzato tra i suoi millenari sassi.
È proprio in questo incantevole scenario naturale che nel periodo natalizio viene allestita la rappresentazione sacra e teatrale di quello che fu Betlemme nell’anno 0, nel momento in cui nacque Gesù.

Quest’anno sono state aggiunte alcune date per consentire alle migliaia di turisti che arrivano in città di godere dello spettacolo; ma vediamo nello specifico quali sono le date previste per l’edizione 2017/2018 del presepe vivente di Matera.

Le Date ufficiali comunicate dal Comune di Matera sono : 8 – 9 – 10 – 16 – 17 – 29 – 30 dicembre

Le nuove date disponibili sono 6 – 7 gennaio!

La grandezza di questo evento può essere riassunta anche nei numeri. Basti pensare che il percorso completo per ogni visitatore è di circa 5 Km, nel corso dei quali può ammirare un numero enorme di scene animate da oltre 300 attori. La maggior parte degli attori sono veri professionisti e tutte le comparse sono affidate a persone realmente appassionate.  Ogni singolo aspetto è quindi curato nei minimi dettagli per offrire un’esperienza davvero unica e realistica. L’obiettivo è quello di immergersi fino in fondo nella realtà vissuta in Galilea oltre 2000 anni fa.

Il percorso propone ben 7 diverse macro scene:

  1. l’annunciazione,
  2. il sinedio,
  3. il mercato,
  4. gli antichi mestieri,
  5. la visitazione,
  6. la corte di Erode,
  7. la Natività

Tutte queste scene saranno visibili nel cuore del Sasso Barisano e del Sasso Caveoso, i due principali sassi presenti a Matera.  A rendere ancor più incantevole lo spettacolo contribuiranno alcune scenografie provenienti da Cinecittà, utilizzate in importantissimi film come Ben-Hur, Il Vangelo Secondo Matteo, Gesù di Nazareth, La Passione di Cristo e Nativity.

Quest’anno sarà la sesta edizione del presepe vivente di Matera, e il nome scelto per questa occasione è “Venite a me….”. Tali parole furono pronunciate da Gesù e citate nel Vangelo secondo Matteo.

È importante notare che il presepe non si esaurisce nella semplice manifestazione teatrale fine a sé stessa. Ad esempio quest’anno sarà allestita una mostra dei presepi d’italia in un affascinante palazzo storico del seicento, al suo interno sarà inoltre possibile ammirare il suggestivo Presepe di Ghiaccio.

Nel palinsesto spiccano anche i Quadri Plastici di Avigliano, molto particolari ed estremamente interessanti. Essi riprodurranno l’Adorazione dei Pastori del pittore seicentesco Mattia Preti. Questo dipinto è tutt’oggi custodito nella Walker Art Gallery di Liverpool.

Infine dobbiamo dire che, per quanto la visita al presepe vivente sia un’esperienza davvero indimenticabile, chi si reca a Matera può godere di numerose altre bellezze. Troppo spesso si tende a sottovalutare i valori e le virtù di una regione come la Basilicata, per questo motivo i mercatini di Natale allestiti nello spettacolare centro storico propongono molti prodotti, di eccellente qualità, volti all’esaltazione del territorio materano.

Photo by Daniele Levis Pelusi

Pin It on Pinterest

Shares
Share This