E' la festa che i biancavillesi fanno in onore della tanto amata patrona e protettrice Maria SS. dell'Elemosina, Madre della Divina Misericordia.

Descrizione

Questa è la festa dell’estate di Biancavilla, che quest’anno prende il nome de “La Grande Festa Estiva”, e che i biancavillesi fanno in onore della tanto amata patrona e protettrice Maria SS. dell’Elemosina, Madre della Divina Misericordia. Tanto è l’affetto che i cittadini di biancavillesi e di tutta la provincia di Catania nutrono per la Madre di Dio che in questo caso è venerata sotto il titolo di Elemosina. Della Vergine la città possiede una preziosa icona bizantina dei primi del 1400 portata a Biancavilla da una colonia di esuli albanesi che poi fondarono la città. L’icona oggi è custodita nella Basilica Santuario Maria SS. dell’Elemosina, che poi è la parrocchia Matrice e Collegiata della città. Il culto è molto antico e la Madonna è stata sempre invocata dagli abitanti per le malattie infettive come la peste nei secoli scorsi, per la siccità problema attuale, per i frequenti terremoti e per le continue e disastrose eruzioni del vicinissimo vulcano Etna dove la città appunto è sita. Le date in cui la Madonna incontra tra le strade della città i suoi figli sono essenzialmente tre: l’ultima domenica d’agosto, il 4 ottobre (nell’ambito delle festività patronali) e il 31 del mese di maggio a chiusura del mese mariano. La festa è curata nei minimi dettagli dall’Associazione Maria Ss. dell’Elemosina, nata per diffondere il culto della Madonna e sostenuta inoltre dalla Basilica Santuario. Si ringrazia Vincenzo Ventura

Lascia un commento

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su telegram
Condividi su twitter
Condividi su pinterest

Articoli recenti

Seguici su Facebook

Pin It on Pinterest

Shares
Share This