Fiera di San Settimio

Un connubio di culto religioso, laici commerci e sani divertimenti per riscoprire, nell'atmosfera un po' caotica della festa, le bellezze storiche ed artistiche di Jesi.

Descrizione

Il 22 settembre ricorre la festa del Patrono di Jesi, San Settimio vescovo e martire. Nei tre giorni successivi, 23/24/25 si svolgono le antichissime Tre Fiere di cui si ha memoria già all’inizio del sec. XIV. Le vie e le piazze del centro storico e quelle a ridosso delle mura sono disseminate di bancarelle che offrono una grande varietà di prodotti, molti dei quali tipici dell’artigianato locale (ferro battuto, vimini, ceramica). Frammisti alle bancarelle, lungo le strade e nelle piazze girano i giocolieri, i mangiatori di fuoco, i musicisti, ma la protagonista suprema di di queste giornate è la folla; folla della città e dei paesi e delle città vicine, folla esotica di africani, asiatici e andini; una folla che cammina, si scontra e si richiama, tra le urla dei venditori. Daniela Marotti

Informazioni

Non possediamo informazioni di contatto

Lascia un commento

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su telegram
Condividi su twitter
Condividi su pinterest

Articoli recenti

Seguici su Facebook

Pin It on Pinterest

Shares
Share This