NEW

Leggende e misteri di Castel del Monte

Racconti e leggende su questo splendido maniero descrivono storie terribili di fantasmi che vagano all’interno del castello senza riuscire a trovare pace. Probabilmente persone della servitù, briganti o uomini di passaggio, uccisi nelle mura della fortezza, non riuscendo ad effettuare il trapasso, secondo la leggenda hanno cominciato a vagare senza meta laddove la loro vita fu spezzata secoli fa.

La Fòcara di Novoli

Ogni anno a Novoli si rinnova l’appuntamento con il fuoco più grande del Mediterraneo: è la magica notte della Fòcara in onore di Sant’Antonio Abate, un avvenimento che richiama, per la sua singolarità, migliaia di visitatori e pellegrini da ogni parte d’Italia.

Il guanciale all’aceto: un grande classico della cucina romana

Guanciale all’aceto: un piatto veloce e sfizioso che ha però bisogno delle giuste dosi per soddisfare il palato.

Miti e leggende Pugliesi

Il territorio di Ginosa attrae un’aria magica, dominata da spiagge bianche e molti campi dediti alla coltivazione, ma il suo stato più antico era disseminato di aree strettamente boschive e incolte, paludi malariche e acquitrini come sfondo di miti e leggende.

Bloody Mary: il cocktail tra storia e leggenda

Bloody Mary. Tutti lo conoscono ma in pochi sono al corrente delle sue origini e della sua storia, a metà strada tra la realtà e la leggenda.

Il presepe 2.0: Il presepe napoletano di oggi

Antiche botteghe si sono dapprima specializzate nella realizzazione di presepi classici e case in sughero, la passione per quest’arte e per le novità tecnologiche hanno portato però gli attuali artigiani a dedicarsi alla produzione di pastori in movimento meccanici e statuine con il viso reale.

Home » Eventi » Sagre » Fagiolini dell’occhio con le cotenne

Descrizione

I Fasulin de l’òc cun le cu deghe, piatto tipico pizzighettonese delle solennità dei Defunti, che andava scomparendo ma che oggi è tornato felicemente anche nei menù di diverse trattorie e ristoranti del territorio grazie a questa manifestazione che si è imposta l’obiettivo di riportare sul territorio, dopo il piatto tipico con marchio depositato ‘Fasulin de l’òc cun le cudeghe’, anche un prodotto locale che un tempo si coltivava sul territorio e oggi scomparso, con la caratteristica di essere l’unico fagiolo autoctono del Vecchio mondo essendo originario dell’Africa e dell’Asia e non dell’America da cui, dopo la sua scoperta, sono invece stati importati tutti gli altri legumi. Se la ricetta classica del Fagiolino dell’occhio di Pizzighettone (prodotto biologico di nicchia) è quella proposta in degustazione in abbinamento a cotenne di maiale, carni miste, brodo e verdure, nel piatto tipico pizzighettonese dei ‘Fasulin de l’òc cun le cudeghe’ (Fagiolini dell’occhio con le cotenne), il piccolo legume con la caratteristica macchiolina scura al centro della concavità, può essere consumato in altre gustose, genuine e semplici ricette ‘povere’, proprio come un tempo. Le stesse da cucinare tutto l’anno, che vengono offerte nella sezione dedicata alle ricette ‘Così ti cucino il Fagiolino’, omaggio al Fagiolino dall’Occhio di Pizzighettone.

Informazioni

Gruppo Volontari Mura Pizzighettone Sede e Ufficio Turistico Piazza D’Armi Tel 0372730333 Fax 0372731588

Pin It on Pinterest

Shares
Share This