In concomitanza con la festa Patronale, per una settimana ad Olevano si torna indietro nel Medioevo, con rievocazioni di costumi, mestieri, suoni, antiche botteghe e locande dell'epoca.

Descrizione

Dagli “Statuta Olibani” approvati il “15 Gennaro 1364” dai sette Riformatori della Repubblica e dai Quattro Anteposti della Felice società dei Balestrieri e dei Pavesatori, una meticolsa ricostruzione di ambienti, usi, costumi, arti e mestieri nel Comune rustico di Olevano Romano nella seconda metà del XIV secolo. L’antico borgo si desterà al suono di canti e grida di festa, musica ed arte, profumi, giochi, fuochi, magie e… torture! Dalle anguste pietre si leveranno i personaggi di un tempo, le fatiche della quotidianità, il fasto dei nobili, la miseria dei pediti. Attraverso il Dies in Castro Olibani A.D 1364, il passato si fa presente. La storia si racconta con le belle immagini dei volontari che rinascono nelle inconsuete vesti dei loro padri. Il borgo medievale si apre alla scoperta di se stesso nella magica atmosfera di un tempo che fu! Mostre, botteghe, tabernae, scene di vita in ogni dove. Danzatrici, cantori, giullari e mangiafuoco a rallegrar la festa.

Informazioni

Parrocchia di S.margherita Angela 3474576908 Comune di Olevano Romano Piazza del Municipio 1 00035 Olevano Romano (Rm) Tel. 06.956001 – Fax 06.95600246 Pro-Loco Via Roma, 38 I piano Tel. 06.9564077

Lascia un commento

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su telegram
Condividi su twitter
Condividi su pinterest

Articoli recenti

Seguici su Facebook

Pin It on Pinterest

Shares
Share This