Antica Festa della Madonna Addolorata

Belluno celebra l'arrivo della primavera con l'antica festa della Madonna Addolorata, celebrazione sacra e momento di svago e di incontro per tutti. La festa, la Festa, nota anche come Sagra dei Fisciot, si svolga due domeniche prima di Pasqua.

Descrizione

A Belluno la festa della Madonna Addolorata in Quaresima è una tradizione secolare. Le due domenica precedenti la Pasqua la statua della Madonna, con il cuore trafitto da sette spade, i sette dolori, attraversa le vie cittadine. Un tempo il vescovo, le corporazioni d’arte e mestieri, gli ordini religiosi, il consiglio del nobili e il popolo seguivano in processione la statua per un lungo percorso che partiva dalla chiesa di Santo Stefano, arrivava al Convento di San Gervasio, accolta dalle monache, e poi tornava indietro attraversando altri borghi cittadini. Con lo sviluppo architettonico della città il percorso è stato modificato ma la devozione per questa Madonna da parte dei Bellunesi è rimasta intatta, ed a lei il popolo si è sempre rivolto in caso di difficoltà, come carestie, pestilenze e terremoti; in queste occasione c’erano processioni particolari e la statua restava esposta in Duomo fino alla cessazione del drammatico evento. Negli anni questa processione si è intrecciata con la vita più propriamente laica e civile di Belluno, tanto che nel 1948 la statua fu portata in processione fasciata della bandiera tricolore, simbolo della ritrovata libertà. Accanto alla tradizionale festa religiosa è stata accostata la più laica Sagra dei Fisciot, per cui dopo la processione della Madonna Addolorata la città si riempiva e tuttora si riempie di bancarelle per la vendita di balocchi, giocattoli e dolciumi, stand gastronomici, spazi di degustazione. L’opportunità per gli amanti delle tradizioni italiane di una bella gita in una città ricca di storia e di arte, ai piedi delle dolomiti. Per tutte le informazione sull’evento, sulle date e sul programma consultare gli organizzatori locali.

Photo credits: Jenny Marvin

Lascia un commento

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su telegram
Condividi su twitter
Condividi su pinterest

Articoli recenti

Seguici su Facebook

Pin It on Pinterest

Shares
Share This